mercoledì 16 maggio 2018

La ragazza del kaimano_ ATTUALITA' VIOLENTA/GIALLA

Al giorno d'oggi, esistono fumetti che mostrano gente che si fa le pere?
O con protagonisti che vengono stuprati?
Ovviamente non esistono.
Non ci resta allora che prendere la macchina del tempo, tornare nel 1985, e leggerci un fumetto Edifumetto!

Apprestatevi a leggere una storia col finale a sorpresa, mascherata con intenti di analisi sociale, scritta in maniera solida e egregiamente illustrata da Giovanni Romanini.

Unico piccolo neo: drogati che si fanno iniezioni d'eroina e poi, infoiati, fanno le orge: assolutamente non realistico, dato che l'eroina elimina il desiderio sessuale; apprezziamo comunque le intenzioni!

Cliccate sulle immagini per ingrandirle!













































che bel sorriso!
Avete apprezzato? Nel caso foste un po' guardoni, vi consigliamo di scaricarvi le vignette non censurate da qui.
Alla prossima!

giovedì 10 maggio 2018

GORDON LINK n1

Orgogliosamente vi presentiamo il numero uno di un fumetto cult, che incontrò il favore di pubblico e critica: GORDON LINK, nientepopodimeno che il debutto fumettistico di Gianfranco Manfredi.

Il vulcanico Gianfri, oltre a dilettarsi come cantautore con ben otto album al suo attivo e come attore occasionale, nasce come sceneggiatore televisivo e cinematografico, e proprio da un'idea riposta in un cassetto spunta il buon vecchio G L, difatti, originariamente, le idee utilizzate per G L dovevano generare un telefilm dedicato ad una squadra di acchiappafantasmi!

il vulcanico Gianfri

Proposta invece l'idea all'Editoriale Dardo per farne un fumetto seriale, la squadra viene rimossa da titolo e copertine per dare spazio al leader: il bel professore Gordon. Ca va sans dire che l'idea è di fare l'occhiolino a Dylan Dog, che nell'Anno Domini 1991 sembrava la via maestra per avere successo in edicola.

Chi si aspetta però un bel tenebroso acchiappamostri che si muove in situazioni drammatiche, rimarrà sicuramente spiazzato: G L è a tutti gli effetti un fumetto comico che strizza l'occhiolino al "Ghostbusters" di Ivan Reitman, ma anche all'umoristico Alan Ford, passando dalle parti di Scooby Doo.
Tanti fantasmi, tante risate e tante donne scollacciate. Una scelta coraggiosa e controcorrente che metterà il turbo alla carriera fumettistica del Manfredi, che approderà, successivamente, nelle sicure acque del porto Sergio Bonelli Editore.
 G L invece chiuderà dopo tre anni, lasciando però un ottimo ricordo dietro di sé, il che non è poco.






































































































Un bonus a voi che siete arrivati fino in fondo: